Calibrare la batteria del MacBook (e altri portatili Mac)

Un classico problema a cui si va incontro quando si acquista un computer portatile è quello di mantenere la durata della batteria costante nel tempo. Quando ho deciso di comprare un MacBook, un punto a favore di questo sistema è arrivato dalla durata della batteria, che è davvero notevole, e mi permette di utilizzare il computer per diverse ore anche senza alimentazione.

La normale vita di una batteria porta ad un decadimento della sua durata, qualsiasi siano le nostre precauzioni a riguardo, ma credo che un po’ di attenzioni in questo campo possano aiutare a mantenere le prestazioni alte per un arco di tempo piuttosto lungo.

iStat Pro
iStat Pro di iSlayer. Ci dà molte informazioni riguardo allo stato della batteria

Personalmente utilizzo il iStat Pro di iSlayer per monitorare lo stato della batteria. Oltre alla carica attuale della batteria ci fornisce parecchie informazioni interessanti, come il numero di cicli e la “salute” (health). Questo parametro indica proprio lo stato in cui si trova la batteria, e da questo parametro dipende la durata della sua carica.

Ho scoperto che è possibile effettuare una calibratura della batteria qualora questo parametro scendesse pericolosamente. Le informazioni sono fornite in questo articolo (in inglese) della docbase di Apple, ma le riporterò per i più pigri e per chi non mastica bene l’inglese.

Queste informazioni sono valide per i seguenti modelli: PowerBook G4 (15″ Double-Layer SD), MacBook (tutti i modelli), MacBook Pro (tutti i modelli), MacBook Pro (17″ tutti i modelli). Per altri modelli vedi più sotto nell’articolo.

  1. Caricare la batteria fino a che la carica è completa (il led dell’alimentatore diventa verde ed il segnalatore sullo schermo indica che la carica è al 100%).
  2. Lasciare l’alimentatore collegato per almeno altre 2 ore dopo che la carica è stata completata. È possibile utilizzare il computer in questo periodo.
  3. Disconnetere l’alimentazione e lasciare che il computer utilizzi l’energia caricata nella batteria. Anche in questo caso è possibile continuare ad utilizzare il computer. Quando il livello di batteria diventa molto basso, comparirà un messaggio sullo schermo.
  4. Continuare ad utilizzare il computer finché esso non va in sospensione (sleep). Salvare i documenti quando il livello di batteria diventa molto basso, prima della sospensione (sleep).
  5. Spegnere il computer o lasciarlo in sospensione (sleep) per 5 o più ore.
  6. Connettere l’alimentatore e lasciare che la batteria si carichi completamente. Non è specificato se in questa fase è possibile utilizzare il computer, quindi è preferibile lasciarlo spento.

Alcune informazioni: Quando il livello di batteria termina, il computer è forzato in sospensione. La batteria mantiene effettivamente una riserva oltre allo stato di “batteria vuota”, per mantenere il computer in sospensione per un periodo di tempo. Una volta che la batteria è effettivamente terminata il computer è forzato a spegnersi. A questo punto, con la funzione di “safe sleep” introdotta nei PowerBook G4 (15″ Duble-Layer SD), i contenuti della memoria del computer vengono salvati nel disco rigido. Quando l’alimentatore viene nuovamente collegato, il computer ritorna allo stato in cui era prima della sospensione, utilizzando l’immagine di “safe sleep” del disco rigido.

Per chi invece ha altri modelli, meno recenti, come iBook o altri PowerBook G4 che non siano il già citato PowerBook G4 (15″ Double-Layer SD), il procedimento è differente, in quanto la batteria è diversa rispetto ai modelli più recenti.

  1. Caricare la batteria fino a che la carica è completa (il led dell’alimentatore diventa verde ed il segnalatore sullo schermo indica che la carica è al 100%).
  2. Disconnetere l’alimentazione e lasciare che il computer utilizzi l’energia caricata nella batteria. Quando il livello di batteria diventa molto basso, comparirà un messaggio sullo schermo. Continuare ad usare il computer finché non va in sospensione (sleep). A questo punto la batteria è stata sufficientemente scaricata per la calibrazione.
  3. Collegare l’alimentatore e lasciare che carichi completamente la batteria.

Per calibrare la batteria in questi modelli è sufficiente il semplice scaricamento completo seguito da una ricarica completa. Dopodiché è possibile connettere e disconnettere l’alimentatore a qualsiasi livello della batteria.

Alcune informazioni: Quando il livello di batteria termina, il computer è forzato in sospensione. La batteria mantiene effettivamente una riserva oltre allo stato di “batteria vuota”, per mantenere il computer in sospensione per un periodo di tempo. Una volta che la batteria è effettivamente terminata il computer è forzato a spegnersi. A questo punto tutti i files aperti saranno persi. Per questo è importante trovare una fonte di energia elettrica alla quale connettere l’alimentatore prima che il computer sia forzato a spegnersi.

Spero di essere stato utile.

Annunci

6 Risposte

  1. Un consiglio: credo che durante la fase di ricarica (l’ultima, per intenderci) sia meglio utilizzare il pc. Non conosco nello specifico il tipo di batteria utilizzata dai MacBook (intendo a livello chimico), ma, generalmente, la ricarica della batteria è più efficace se non si interrompono i processi chimici che avvengono al suo interno.

  2. Non conosco nello specifico la logica che governa i processi chimici per caricare le batterie ricaricabili (in quegli anni del Liceo la chimica non mi piaceva affatto). Tuttavia vorrei sottolineare l’importanza di mantenere ben calibrata la batteria dei vostri dispositivi per i primi 60-70 cicli di vita. Io l’ho fatto, ed ora riesco ad utilizzare il portatile con spensieratezza senza che la percentuale di “salute” del computer diminuisca.

  3. CIAO!
    HO RICEVUTO IL MIO MACBOOK PRO 13″ LUNEDI DALLA APPLE. USANDOLO MI SN ACCORTA CHE LA BATTERIA NON E STO GRAN CHE (O FORSE SONO IO CHE M ASPETTAVO QUALCOSA DI TROPPO??) :

    QUANDO SULL’ICONA DELLA BATTERIA SELEZIONO “MOSRTA TEMPO” (COSI DA VEDERE QNT TEMPO LA BATTERIA DOVREBBE DURARE) OGNI MAX 10 MINUTI LE CIFRE SBALZANO ENORMEMENTE.. L’ICONA IN UN PRIMO MOMENO MI MOSTRA “7.46” E DOPO POCO COSI ALL’IMPROVVISO MI MOSTRA “3.17” POI DOPO UN MINUTO RISALE E VA A “4.13” E COSI VIA… FORSE MI DIRETE DIPENDE DA COSA STAI FACENDO..MA SECONDO ME NN E COERENTE CMQ..IO CN IL MIO MAC NAVIGO, CHATTO, SKYP, E HO PROVATO A GUARDARE UN FILM IN ONLINE(UN TOTALE DI MASSIMO 30MIN)! LA BATTERIA E DURATA 3 ORE A DIR TANTO…E NORMALE?

    ORA MI CHIEDO E QUANDO RIPRENDERÒ A SCARICARE? QNT MI DURERÀ SE GIA ORA E COSI? E SE VOLESSI GUARDARMI UN FIL INTERO?E PIU IL MIO MAC INVECCHIERÀ ANDRA SEMPRE PEGGIO?

    CHIEDO SOLO PARERE XKE SINCERAMENTE C TENGO DAVVERO AD AVER SPESO BN I MIEI SOLDI,E LA QUESTIONE “DURATA LUNGA DELLA BATTERIA) E STATA UNA DELLE MOTIVAZIONI PER LA QUALE IO ABBIA PRESO UN MAC!

    • Bé, considera che la durata di 3 ore guardando film/navigando rappresenta una durata con utilizzo intensivo del computer, quindi io direi che tu potresti essere soddisfatta. Se utilizzerai “bene” la batteria, cioè se ogni decina di cicli seguirai la procedura per lo scaricamento completo – come bisognerebbe fare con ogni dispositivo – vedrai che non soffrirai dell’invecchiamento della batteria.
      Per quanto riguarda l’oscillazione del tempo di durata quello dipende esclusivamente dall’utilizzo. Se vuoi fare una prova puoi accendere il computer ed aprire solamente una pagina internet, navigando su siti che non facciano uso massiccio di animazioni flash e vedrai che la durata non oscillerà, ma diminuirà progressivamente.
      Inoltre i nuovi MacBook hanno una batteria molto più efficiente rispetto a quelli più vecchi, quindi direi che puoi stare tranquilla per aver speso i tuoi soldi e sul fatto che la tua batteria sia “in salute”.
      Ti pregherei invece, la prossima volta che commenti su questo blog, di evitare di usare abbreviazioni stile SMS. Credo che l’italiano sia una lingua molto bella e penso che valga la pena di utilizzarla anche su internet.

      • anche perche SCRIVERE TUTTO IN CAPS LOCK consuma piu batteria!! e il correttore ortografico del tuo mac avrà consumato altrettanta batteria sottolineandoti e impietosendosi per cmq tnt qnt xke….. capisco usare abbreviazione negli sms xke cstn tnt tnt!!! ma qui i moderatori non ti faranno pagare i commenti ..tranquilla comunque che (pezzi difettosi a parte possibili in ogni catena di montaggio) comprando un mac non hai buttato un solo centesimo!!!

  4. Salve, ho acquistato circa un mese fa un Macbook Pro 15″ 320 gb di disco fisso e 4 gb di memoria, ovviamente è un pianeta diverso rispetto a Windows e so di non aver buttato un solo centesimo dei soldi spesi.
    Mi chiedevo, in effetti, le stesse domande di Elle e comunque ho anche letto le risposte.
    Vorrei sapere se esiste una differenza tra i due attacchi del caricabatteria, (per intenderci la presa ad attacco grosso e quella ad attacco fine) che possa influire con la carica o la vita della batteria stessa.. e ancora se lasciando l’alimentatore attaccato anche oltre la completa carica della batteria, quando il led diventa verde, cosa che può capitare quando lasci a casa il Mac in carica ed esci per andare a lavorare, tornando la sera.. bene a computer spento questo può danneggiare la vita della batteria, considerando che è come iniziare la calibratura della batteria senza portarla a termine??

    P.s. anche io uso ascoltare la radio sul Mac, navigare e lavorare contemporaneamente con una carica totale di circa 6 ore, ma oscillanti.

    Grazie a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: