Il Mac mancante

Trovo curioso che Apple abbia rilasciato un prodotto come il MacBook Air. Spero di non essere frainteso. Nella mia modesta opinione da informatico giudico il nuovo gioiellino un vero e proprio gioiellino, un computer portatile eccezionale, dall’estetica accattivante e dalle scelte di equipaggiamento a dir poco coraggiose (a partire dalla mancanza di un lettore CD/DVD per arrivare alla limitatissima disponibilità di porte, che comporta un forte orientamento verso il wireless).

Ciò che io mi sono chiesto è stato: perché rilasciare un prodotto come il MacBook Air, che pur essendo il notebook più sottile al mondo rimane pur sempre un notebook da 13″, così come da 13″ sono i MacBook “normali”? In effetti io posseggo un MacBook e non sento l’esigenza (non solo per un motivo economico) di avere un MacBook Air. Non sono quegli “etti” in meno che fanno la differenza nel mio zaino o nella mia borsa da viaggio.

Questo perché ritengo che un computer da 13″ sia già per sua natura sufficientemente “portatile”, cioè che sia sufficientemente per sua natura “da viaggio”. Una scelta che forse sarebbe andata a cadere su molte altre fasce di mercato sarebbe stato alzare ancora di più la posta in gioco, e pensare ad un prodotto ancora più piccolo, magari un 11″ e considerare la reazione del mercato.

Continua a leggere

Annunci