Leopard 10.5.2 – Leopard SP1 (?)

Torno a casa dopo una piccola gita a Modena e decido di leggere sbadatamente i feed RSS. TUAW mi annuncia che è finalmente stato rilasciato l’update a Leopard 10.5.2. Ovviamente corro a scaricare ed installare., il che equivale a due semplici click dal pannello di controllo.

Tutte le informazioni riguardo ai cambiamenti effettuati in Leopard 10.5.2 possono essere facilmente reperite dalla fonte ufficiale. Vediamo comunque di riassumere le novità principali per chi non avesse voglia di leggere direttamente dal sito Apple:

  • Airport: dovrebbero essere stati risolti definitivamente i problemi relativi a kernel panic ed eventuali disagi legati alla bassa qualità della connessione. Nei prossimi giorni avrò la possibilità di verificare la correttezza di queste che per me sono promesse!
  • Dock – Stacks: aggiunta una nuova tipologia di visualizzazione per gli stacks, la visualizzazione ad elenco, e la possibilità di visualizzare sulla Dock l’icona corrispondente alla cartella piuttosto che le icone relative al suo contenuto. Questa caratteristica era stata “richiesta” da subito da molti utenti. Inoltre ho notato un notevole miglioramento nell’apertura di Stack di grandi dimensioni in visualizzazione griglia.
  • Desktop: aggiunta la possibilità (Preferenze di Sistema -> Scrivania e Salvaschermo) di disattivare la trasparenza nella barra del menu in alto. Anche questa caratteristica di Leopard non era piaciuta a parecchi utenti, e la loro richiesta di una possibilità di disattivarla attraverso le impostazioni di sistema è stata accolta.
  • Time Machine: aggiunta la possibilità di aggiungere un’icona di stato sulla barra dei menu. Inoltre sono stati corretti alcuni malfunzionamenti.
  • Altri updates, tra cui iCal, Mail, iChat, Controlli Censura, eccetera.

Ed ecco subito alcune immagini del nuovo aggiornamento:

Stack 01
Nuove scelte possibili per gli stacks

Stacks 02
Ecco la tanto richiesta visualizzazione in modalità lista

Time Machine 01
Un nuovo posto per la Time Machine

Time Machine 02
Ecco come si presenta il pannello di Preferenze di Sistema

Preferenze Barra
Opzione di Trasparenza per la Barra del Menu

Ed ora un po’ di mie impressioni…

Come ho già avuto modo di dire in precedenza (Dopo due mesi di serio utilizzo di Leopard, alcune considerazioni), non mi trovo per niente d’accordo con la politica dei service pack che sento essere in voga nel mondo dell’informatica commerciale. Ritengo personalmente che, considerato il generale livello di affidabilità a cui Apple ha abituato i propri utenti, Leopard abbia presentato un numero di bug e di malfunzionamenti a dir poco troppo alto (a partire dal processo di migrazione da Tiger a Leopard, che per tanti è stato fonte di sofferenza), che potrebbe forse essere collegato alla eccessiva fretta nel fornire un sistema che non era ancora effettivamente pronto.

A man forte della mia tesi c’è l’entità di quest’ultimo aggiornamento (che si aggira intorno ai 350 MBytes), ma ancora di più c’è il fatto che tante delle funzionalità fornite ora potevano essere facilmente previste nel Leopard “originale”. Questo discorso può essere fatto per gli Stack, per la Time Machine, per l’Airport. Personalmente ho trovato singolare, quasi quanto irritante, che i driver per l’Airport non funzionassero bene sul mio MacBook di ultima generazione, che ho ricevuto con Leopard.

Spero di non essere frainteso in quello che dico. Sono un fermo sostenitore dello sviluppo di software in maniera continuativa, specie se si parla di Sistemi Operativi, ma penso semplicemente che quando si decide di mettere fuori un nuovo prodotto si debba fare più attenzione a tutto ciò che questo comporta e tentare di effettuare tutti gli sforzi possibili per evitare prima un malfunzionamento per l’utente, piuttosto che correre ai ripari in un secondo momento.

Nella mia visione idilliaca gli aggiornamenti dovrebbero semplicemente estendere il funzionamento di una applicazione (o di un sistema) e portare migliorie, intese come risoluzioni ai piccoli bug, in quanto bug di più grandi dimensioni dovrebbero essere individuati in cicli precedenti dello sviluppo.

Ma si sa, questa è una visione utopica, e forse impossibile da ottenere.

Comunque sia, ben arrivato Leopard Service Pack 1, iniziavo a sentire la tua mancanza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: