VNC client per Leopard… integrato?

Dopo avere installato il server VNC sul mio server Xubuntu (Server VNC per Xubuntu? Molto, molto semplice) mi sono messo alla ricerca di un buon client VNC da poter utilizzare per potermi connettere dal mio MacBook al server. Dopo essermi imbattuto in alcune soluzioni (commerciali e non) ho notato che nel mio Finder era comparsa una nuova icona all’interno della sidebar di sinistra:

VNCclient-finder
Un client VNC nascosto nel Finder?

Cliccando semplicemente su “Condividi schermo..” è possibile connettersi al server VNC in questione. Semplicemente fantastico!

Il programma richiederà la password (se non abbiamo impostato nessuna password sul server VNC allora dovremo lasciare questo campo vuoto):

vnc-password
Continua a leggere

Annunci

Server VNC per Xubuntu? Molto, molto semplice

Il VNC (Virtual Network Computing) è un sistema largamente utilizzato per la condivisione dello schermo tra diversi computer. la filosofia è la stessa rispetto a quella di molti altri servizi. Esiste un server VNC, che offre il servizio di condivisione dello schermo, ed un client VNC, che si connette al server richiedendo la condivisione dello schermo.

Ubuntu permette di configurare il proprio computer molto semplicemente per agire come server VNC, cioè per ricevere connessioni per la condivisione del proprio monitor. Xubuntu non presenta questa caratteristica in modo nativo. Siccome ho iniziato ad utilizzare Xubuntu nel mio piccolo server casalingo (il quale è privo di monitor) ho la necessità di accedervi via VNC. La soluzione a questo problema risiede in un semplice:

$: sudo aptitude install vino
Continua a leggere

Catalyst 8.3 su Ubuntu Gutsy – Installazione

La release mensile dei driver ATI, come al solito attesissima, è arrivata questo mese con alcuni giorni di anticipo rispetto alle uscite nei mesi precedenti. Come al solito la mia piccola guida serve per rimanere aggiornati, ma le modalità di installazione non variano notevolmente rispetto ai casi dei driver precedenti. Per le modalità di disinstallazione e per eventuali problemi con Compiz vi consiglio sempre di fare riferimento ai miei vecchi post, che vi elenco qui in seguito:

Qui potete trovare le release note, mentre qui potete scaricare i driver (51 MB).

Continua a leggere

Tutti i segreti di Leopard a portata di click

In questi miei primi mesi con un Mac ho scoperto, navigando qua e là per i diversi blog e siti relativi diversi trucchetti per incrementare le possibilità del mio Mac. La cosa particolare che ho notato è che la maggior parte di questi trucchetti si possono mettere in pratica inserendo un comando da terminale del tipo:

$: defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles TRUE

Il che mi ha lasciato intendere che chi ha realizzato questo sistema operativo ha previsto una possibilità di personalizzazione largamente superiore a quella che è disponibile attraverso i diversi pannelli di OS X. Da qui è nata la voglia di ottenere una raccolta di tutti i vari trucchetti, i segreti, le particolarità di questo sistema. Ancora meglio se questa interfaccia grafica fosse fatta a mo’ di menu, e magari integrata tra le preferenze di OS X.

Detto fatto.

Continua a leggere

Aggiungere una directory alla path di sistema di Leopard

Questo è davvero un piccolo aspetto, che a volte può risultare davvero utile.

I normali sistemi UNIX presentano la possibilità, per l’utente, di utilizzare diversi tipi di shell per interagire con il sistema stesso. Ogni shell definisce una certa path di sistema, che rappresenta le diverse directory nelle quali il sistema andrà a ricercare i comandi che vengono passati. Normalmente la path di sistema include directory come /bin/ e /usr/bin/.

Solitamente le diverse shell vengono inizializzate attraverso file di configurazione diversi, e solitamente ogni utente all’interno dello stesso sistema ha la possibilità di personalizzare la propria shell. Un classico esempio di questo tipo di utilizzo si ha nel momento in cui si desidera impostare i colori all’interno della visualizzazione della shell, in modo da ricevere un effetto più gradevole e più efficace per la distinzione dei diversi tipi di file.

Continua a leggere