Aggiungere una directory alla path di sistema di Leopard

Questo è davvero un piccolo aspetto, che a volte può risultare davvero utile.

I normali sistemi UNIX presentano la possibilità, per l’utente, di utilizzare diversi tipi di shell per interagire con il sistema stesso. Ogni shell definisce una certa path di sistema, che rappresenta le diverse directory nelle quali il sistema andrà a ricercare i comandi che vengono passati. Normalmente la path di sistema include directory come /bin/ e /usr/bin/.

Solitamente le diverse shell vengono inizializzate attraverso file di configurazione diversi, e solitamente ogni utente all’interno dello stesso sistema ha la possibilità di personalizzare la propria shell. Un classico esempio di questo tipo di utilizzo si ha nel momento in cui si desidera impostare i colori all’interno della visualizzazione della shell, in modo da ricevere un effetto più gradevole e più efficace per la distinzione dei diversi tipi di file.


Col Shell
Ecco come appare la mia shell colorota!

Per ottenere questo risultato è sufficiente seguire una delle tante guide che potete trovare in rete (qui una). L’aspetto interessante sta nel fatto che le modifiche possono essere effettuate (per ogni tipologia di shell) sia a livello di utente, modificando il file di configurazione della shell, sia a livello di sistema, in modo che le modifiche abbiano effetto su tutti gli utenti del sistema, modificando il file di configurazione che si trova all’interno della directory /etc/.

Per esempio, se si utilizza la shell bash è possibile modificare il file ~/.bash_profile se si desidera che le modifiche abbiano effetto soltanto sull’utente corrente, mentre occorre agire sul file /etc/bashrc per ottenere dei “settaggi globali”, validi per tutti gli utenti.

Tutto questo non rappresenta però nulla di diverso per l’ambiente Mac OS X da come si presenta un qualsiasi sistema UNIX/Linux.

L’aspetto interessante, per Mac OS X sta nel fatto che è possibile configurare la path di sistema globalmente a tutti le shell, in modo da non dover intervenire sui singoli file di configurazione di queste. Questa operazione è banalmente resa possibile dalla presenza del file /etc/paths e dalla directory /etc/paths.d che contiene le path di sistema e che viene in qualche modo letto all’apertura di qualsiasi tipo di shell (credo che questo avvenga attraverso lo script /usr/libexec/path_helper, maggiori informazioni si possono trovare al link in fondo al post)

Aggiungendo un file nella directory /etc/paths.d contenente il percorso che si desidera aggiungere alla path di sistema. Per esempio per aggiungere la path di MySQL a tutte le shell del nostro sistema sarà sufficiente aprire un nuovo file con i permessi di amministratore in questo modo:

$: sudo nano /etc/paths.d/mysql

Ed in seguito inserire all’interno di questo file la riga contenente la path desiderata:

/usr/local/mysql/bin

E la nuova path sarà riconosciuta su qualsiasi shell e qualsiasi utente del sistema.

A riguardo di questo argomento vi consiglio di leggere questo interessante post (in inglese).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: