Catalyst 8.3 su Ubuntu Gutsy – Installazione

La release mensile dei driver ATI, come al solito attesissima, è arrivata questo mese con alcuni giorni di anticipo rispetto alle uscite nei mesi precedenti. Come al solito la mia piccola guida serve per rimanere aggiornati, ma le modalità di installazione non variano notevolmente rispetto ai casi dei driver precedenti. Per le modalità di disinstallazione e per eventuali problemi con Compiz vi consiglio sempre di fare riferimento ai miei vecchi post, che vi elenco qui in seguito:

Qui potete trovare le release note, mentre qui potete scaricare i driver (51 MB).

Prima di partire con l’installazione assicuriamoci di avere correttamente disinstallato versioni precedenti dei driver, e di aver disattivato i driver con restrizioni per la nostra scheda video. Le modalità per farlo sono descritte nei post precedenti, non le ripeto anche in questa sede.

Aggiorniamo il sistema e controlliamo che tutte le dipendenze siano rispettate:

$: sudo apt-get update
$: sudo apt-get upgrade
$: sudo apt-get install -f

Ora installiamo i pacchetti necessari per l’installazione dei driver. È sufficiente digitare da terminale:

$: sudo aptitude install dkms build-essential fakeroot dh-make libstdc++5

Vi ricordo che ci sono due modi per installare i driver: eseguire lo script di installazione oppure creare pacchetti specifici per la nostra distribuzione. Io ho scelto quest’ultima strada, in quanto consente di mantenere un sistema più pulito e più consistente; inoltre l’installazione e la disinstallazione possono essere gestite tramite synaptic, il che mi semplifica notevolmente la vita. Inoltre l’in

Creiamo quindi i pacchetti per la nostra distribuzione. Supponendo di avere scaricato l’installer dei driver in ~/Desktop:

$: cd ~/Desktop
$: chmod +x ati-driver-installer-8-*.run
$: sudo ./ati-driver-installer-8-*.run --buildpkg Ubuntu/gutsy

A questo punto è possibile installare i pacchetti generati, semplicemente facendoci doppio click sopra (in questo caso fate attenzione ad installare come primo pacchetto xorg-driver-fglrx_*.deb), oppure da terminale digitando:

$: sudo dpkg -i xorg-driver-fglrx_*.deb
$: sudo dpkg -i fglrx-kernel-source_*.deb
$: sudo dpkg -i fglrx-amdcccle_*.deb
$: sudo dpkg -i xorg-driver-fglrx-dev_*.deb

Durante l’installazione del pacchetto xorg-driver-fglrx_*.deb è possibile ottenere una richiesta di questo genere:

File di configurazione `/etc/xdg/compiz/compiz-manager'
==> Cancellato (da te o da uno script) dopo l'installazione.
==> Il distributore del pacchetto ha fornito una versione aggiornata.
Cosa decidi di fare? Le tue opzioni sono:
Y o I : per installare la versione del responsabile del pacchetto
N o O : per mantenere la versione correntemente installata
D : per mostrare le differenze tra le versioni
Z : per sospendere questo processo ed esaminare la situazione
L'azione di default è di mantenere la tua versione corrente.
*** compiz-manager (Y/I/N/O/D/Z) [default=N] ?

Rispondiamo Y alla domanda, in modo da installare il corretto pacchetto per il compiz-manager gestito dai nuovi driver.

Passiamo ora alla rimozione di qualsiasi driver vecchio e alla verifica che tutti i pacchetti siano stati installati correttamente:

$: sudo rm /usr/src/fglrx-kernel*.deb
$: sudo rm /lib/modules/$(uname -r)/volatile/fglrx.ko
$: sudo apt-get -f install

Concludiamo infine attivando i driver con restrizioni dal menu grafico (Sistema -> Amministrazione -> Gestore Driver con restrizioni). Questa operazione può essere effettuata anche da riga di comando attraverso il comando:

$: sudo restricted-manager --enable=fglrx

A questo punto riavviamo e speriamo che tutto sia andato correttamente.

Possiamo controllare che il sistema stia utilizzando effettivamente i driver attraverso il comando fglrxinfo. Dovremmo ricevere come output qualcosa di questo genere:

display: :0.0 screen: 0
OpenGL vendor string: ATI Technologies Inc.
OpenGL renderer string: ATI Radeon 9550 / X1050 Series
OpenGL version string: 2.1.7412 Release

Se volete un idea delle prestazioni (a mo’ di benchmark) di questi driver potete utilizzare il comando fgl_glxgears che vi mostrerà in una finestra un cubo tridimensionale contenente al suo interno degli ingranaggi ruotanti e sul terminale i valori dei frame per secondo. In questo modo è facile considerare semplicemente le prestazioni (a livello numerico, non a livello di utilizzo quotidiano) dei driver, e confrontarle versione per versione.

Il changelog dei driver afferma di avere risolto i seguenti problemi, già messi in evidenza nei mesi scorsi anche su questo blog:

  • On workstation hardware 3D applications will no longer be corrupted if the screen width is not an integer multiple of 64 pixels, for example with a 1680×1050 wide screen display. Further details can be found in topic number 737-31720
  • Display flicker is no longer be noticed when the gnome screen-saver starts
  • Several image brightness and gamma-correction issues were resolved. Setting the gamma correction using xgamma, fglrx_xgamma, xorg.conf and in OpenGL games will all work as expected now
  • Diagonal tearing will no longer be noticed when playing a video file using a video player that utilizes the XVideo extension
  • Video playback will no longer look blocky when playing a video file using a video player that utilizes the XVideo extension

Per chi è poco pratico con l’inglese: l’accelerazione 3D dovrebbe funzionare anche in particolari risoluzioni (widescreen), l’immagine non dovrebbe più “sbalenare” (flicker) quando parte lo screen saver di Gnome, risoluzione di problemi di luminosità e di correzione di gamma (comporta il funzionamento di giochi OpenGL), altri fix su problemi legati alla riproduzione dei video.

Sono felice di questi miglioramenti dei driver, in quanto è evidente come, di release in release, la qualità dei driver anche per sistemi antiquati (ricordo che io ho una ATI Radeon 9550) stia notevolmente migliorando.

Annunci

2 Risposte

  1. Il flicker regna ancora sovrano 😦

  2. Il flicker regna sovrano anche per me, ma solo nel caso in cui avvio Compiz. Se mi accontento del sistema senza effetti, nudo e crudo com’è, allora posso godere di buone prestazioni per questi driver. Naturalmente io sto parlando di Compiz alla versione stabile dei repository, non sono stato ad impazzire provando soluzioni alternative da git o dai repository di 3v1no o Pollycoke.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: