I nuovi Portatili Apple

Li aspettavamo per ieri, e ieri sono arrivati.

Ecco la nuova linea di portatili Apple, pronti sull’Apple Store per essere ordinati.

Non mi stupisce il momento nel quale sono usciti (metà Ottobre, all’incirca come lo scorso anno – giusto in tempo per le vacanze di Natale), ma devo ammettere che alcune precisazioni sono d’obbligo.

Innanzitutto, il famoso Mac da 800$, che molte fonti davano per certo, non è apparso sul mercato. Credo che questo sia normale, e non credo ci fosse un particolare bisogno, per Apple, di introdurre un prodotto di quel tipo.

In secondo luogo, i vecchi MacBook e MacBook Pro sono ancora disponibili e ordinabili. Non so quanto a lungo, ma per il momento non sono scomparsi dall’Apple Store. Naturalmente costano qualche centinaia di euro in meno rispetto ai nuovi modelli, e non hanno goduto di alcun upgrade. Potrebbe essere interessante l’idea di mantenere questi modelli in vendita, in quanto più economici, e seppur meno potenti, ancora all’avanguardia per un entry-level nel mondo Mac.

Consideriamo invece i prezzi di partenza dei nuovi modelli. Il prezzo base di un nuovo MacBook, in Italia è di 1.199€, mentre il prezzo base di un nuovo MacBook Pro è di 1.799€, rispettivamente 200€ e 100€ in più rispetto ai modelli precedenti. Questa differenza ha anche sede nel fatto che sul piccolo MacBook sono stati effettuati un numero maggiore di miglioramenti, che erano già stati portati su MacBook Pro (uno fra tutti il pad multitouch).

Ma andiamo a vedere nel dettaglio queste novità.

Il pad ha perso il tasto, passando ad una tecnologia multitouch che ricorda sempre di più quella di utilizzo di un iPhone. Il pad è cresciuto quindi in dimensioni e permette il click con la semplice pressione su di esso (cosa attualmente configurabile su tutti i Mac e PC portatili). Credo che la tecnologia multitouch sia un passo importante ed innovativo per lo sviluppo dei Sistemi Operativi e dei prodotti informatici del futuro. Non mi stupirei (e qui la sparo grossa) se fra qualche anno venissero prodotti dei pad multitouch da utilizzare su soluzioni Desktop.

Il case del MacBook 13,3″ è passato dalla plastica all’alluminio, scelta secondo me (che possiedo un piccolo MacBook bianco – sempre sporco) azzeccatissima.

Il modello a MacBook 2,4GHz gode dell’illuminazione dei tasti della tastiera (cosa che personalmente non ritengo strettamente necessaria, ma carina), così come i MacBook Pro. Il colore dei tasti è giustamente nero. I miei tasti bianchi sono diventati gialli in pochissimo tempo, e non trovo mai il momento adatto per dare una pulita. Molto meglio se fossero stati neri.

Per confermare la sua intenzione a spingersi anche nel campo gaming, Apple ha equipaggiato i MacBook con schede grafiche NVidia, che permettono di raggiungere prestazioni grafiche migliori rispetto ai passatti chip integrati Intel. Sono convinto che anche gli schermi a retroilluminazione LED facciano una grande differenza rispetto ai tradizionali schermi.

Una cosa che ho subito notato è la mancanza di una porta FireWire. Credo che questo passo di Apple sancisca la definitiva vittoria (se ancora ce ne fosse stato bisogno) dell’USB nei confronti del FireWire.

L’ultima novità che ho notato, così in una rapida osservazione, è la Mini DisplayPort. Una nuova porta di collegamento video, che permetterà ad Apple di incamerare un bel po’ di soldini in adattatori e cose simili, in quanto va a sostituire la “vecchia” mini-DVI e tutti gli adattatori che già erano stati venduti per questo tipo di porta.

Ed ora attendiamo i primi acquisti…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: