Cosa va e cosa non va in Mac OS X

Scrivere l’articolo di risposta a Simone Brunozzi riguardo all’eterna sfida tra sistemi operativi mi ha portato inevitabilmente a pensare a quali siano i maggiori difetti e i maggiori pregi di Mac OS X, secondo l’utilizzo che ne faccio io.

Ho pensato di fare un breve elenco, mettendo in evidenza i tre-quattro aspetti più negativi ed i tre-quattro aspetti più positivi della mia esperienza di Mac User. Spero che possa essere utile per confrontarmi con l’esperienza di chi mi legge.

Continua a leggere

Annunci

Chi vuole Adobe Reader 9?

Uso moltissimi file PDF. Veramente moltissimi. Personalmente ritengo che il formato PDF sia qualcosa di grandioso, in quanto permette di estendere realmente la compatibilità dei propri documenti, anche in aggiunta al fatto che spesso i browser supportano la visualizzazione di questo tipo di files.

Inoltre la possibilità di settare diverse qualità in questi files permette a chi li utilizza di creare file di adeguate dimensioni a seconda dei diversi utilizzi: files ad alta qualità per stampe, oppure file a bassa qualità per documenti da mettere sul Web.

Da quando ho un Mac la mia esperienza con i file PDF è diventata a dir poco grandiosa. Come ho già scritto in passato (vedi “Ridimensionare PDF con Anteprima in Leopard“) la possibilità di ridimensionare i file PDF facilmente è alla portata di mano, insieme con la possibilità di stampare qualsiasi tipo di documento direttamente su un file PDF.

Inoltre Anteprima si integra perfettamente nel mio ambiente di lavoro, è veloce e non richiede un alto numero di risorse.

Continua a leggere

Alcune precisazioni su questo blog

Essendo uno spazio personale in continua evoluzione forse non sarei tenuto da nessuna legge a compiere queste precisazioni, ma lo faccio ugualmente, per chiarire alcune cose.

Questo blog è nato per tenere nota a me stesso di alcune cose, di alcune informazioni, di alcune modalità per configurare i sistemi da me utilizzati. Inutile dire che nel tempo il blog si è modificato, passando ad includere talvolta informazioni, talvolta pareri personali.

Spero di non annoiare i pochi che hanno il mio feed o che visitano regolarmente questo spazio. Se così fosse vi chiedo scusa e vi ricordo che comunque è sempre gradito il sano ed educato scambio di opinioni.

Per quanto riguarda gli argomenti trattati so che negli ultimi mesi sono stato un po’ monotematico: Mac, Apple e così via. I motivi di questa mia scelta (costretta) sono molto semplici: in primo luogo il tempo che ho a disposizione per scrivere è sempre più limitato, quindi scrivo di ciò che attualmente più mi coinvolge. In secondo luogo, e non meno importante, per alcuni motivi che non ha senso spiegare qui, non ho più la possibilità di giocherellare con il mio computer fisso, provando driver e distribuzioni linux come ho fatto fino a non molto tempo fa. Questo comporta, anche a fronte di un interesse reale verso il mondo open source e GNU/Linux, l’impossibilità di provare con mano le tante notizie che mi arrivano su questi temi. Chiedo venia a riguardo, augurandomi di poter risolvere al più presto.

Keynote WWDC ’08

Ho finito di guardare poco fa il Keynote relativo all’apertura del WWDC ’08. Sono letteralmente entusiasta delle novità proposte e del modo in cui le persone che contano in Apple sono stati capaci di presentarle.

Il keynote è scaricabile (in inglese) a questo indirizzo; invito tutti a guardarlo, specialmente la parte finale.

Il Keynote è sostanzialmente organizzato in 3 parti:

  • Presentazione dell’aggiornamento iPhone 2.0, fatta da Steve Jobs e Scott Forstall, che si è concentrata sulla presentazione delle novità della nuova piattaforma (Enterprise, SDK, New Features – Integrazione Aziendale, Kit per lo Sviluppo di Software, Nuove Caratteristiche)
  • Presentazione del nuovo servizio di MobileMe, discusso principalmente da Phil Schiller
  • Presentazione del nuovo iPhone 3G, svolta nell’ultima parte del keynote dall’orgogliosissimo Steve Jobs

Riassumerò in questo articolo le principali novità e le principali questioni che mi hanno lasciato sorpreso, oppure un po’ interdetto, a causa di notizie che ho appreso successivamente.

Continua a leggere

Simone Brunozzi

Simone Brunozzi è uno dei miei miti.

È una persona che non conosco personalmente, ma leggo entrambi i suoi blog, e seguo molti dei suoi progetti.

Per dire una delle cose che ha fatto, Simone è colui che ha registrato per primo (e donato in seguito a Canonical) il dominio ubuntu.it. Mica male? Ma se pensate che la sua attenzione e bravura termini qui vi sbagliate di grosso.

Simone ha partecipato e collaborato a moltissimi progetti open source, ed è una delle persone più attive in questo campo in Italia.

Scrivo questo articolo perché Simone ne ha pubblicato uno splendido su come ha ottenuto il lavoro dei suoi sogni (in inglese), articolo che consiglio a tutti di leggere.

Simone ha attivo in diversi modi sulla rete: lo potete trovare sul suo blog in italiano (www.ubuntista.it) o su quello inglese (www.brunozzi.com). Da questi riferimenti potete trovare tutti i modi di contattarlo.

Non mi resta che fare l’in bocca al lupo a questo ragazzo, rammaricandomi del fatto che come al solito, per realizzare i propri sogni sempre più spesso siamo costretti a lasciare il nostro paese.

Cosa c’è che non va con il mio Leopard?

UPDATE (20 mag 2008 @ 14:50): Aggiunta la foto riguardo agli errori di grafica in World of Warcraft.

Siamo (o quanto meno sono) già in attesa del “service pack” (vedi Leopard 10.5.2 – Leopard SP1 (?), Dopo due mesi di serio utilizzo di Leopard, alcune considerazioni) numero 2 (o 3), o se preferite dell’aggiornamento alla versione 10.5.3. Attendo con ansia questo aggiornamento per una serie di motivi.

In primo luogo ho dei seri problemi con Mail, il programma client di posta elettronica (che peraltro tanto mi piace). Utilizzo Mail per 3 caselle di posta elettronica (Tele2, Gmail, casella universitaria), e ho l’abitudine di non cancellare i messaggi che scarico, in modo da non rischiare di perdere delle informazioni utili. Inoltre utilizzo Mail anche come aggregatore RSS, per un totale di una quarantina di feed. In definitiva attualmente Mail tratta circa 2000 tra messaggi di posta e feed RSS.

Continua a leggere

Twitter

Invogliato da chi lo ha già fatto… Ecco il mio account twitter.

Per chi si diverte a sapere quello che sto facendo (in inglese). 🙂

http://twitter.com/jekbau