Introduzione a Cocoa

Dopo essermi a lungo riproposto di farlo, eccomi a scrivere una breve introduzione per quelli che (spero) saranno una lunga serie di articoli riguardo alla programmazione per Mac OS X. Tengo a precisare che anche io sono nuovo in materia e che sto “studiando” per imparare a districarmi con questo affascinante linguaggio. Ciò che mi piace è condividere con chi visita il blog le mie esperienze, perché possano essere d’aiuto anche agli altri. I più esperti perdonino quindi i miei eventuali errori di gioventù e usino qualche minuto del loro tempo per aiutarmi a seguire la strada più opportuna.

Vorrei incominciare questo percorso col dire che il miglior modo per prendere la mano con Cocoa e con la programmazione su Mac OS X è quello di acquistare un buon libro e iniziare a leggerlo. Credo che a questo riguardo il miglior testo di riferimento sulla scena sia Cocoa Programming for Mac OS X di Aaron Hillegass. Non so se ne è disponibile una versione italiana, ma a questo riguardo bisogna dire che se volete intraprendere la strada dell’apprendimento di Cocoa forse è il caso che un’infarinatura di inglese l’abbiate.

Un altro riferimento importante è sicuramente rappresentato dal portale Developer di Apple, al quale è possibile registrarsi gratuitamente su developer.apple.com. Continua a leggere

Annunci

Il Sistema Operativo che vorrei

Prendo una pausa dalle mie tante attività per parlare qualche minuto del Sistema Operativo (Windows, Mac OS, Linux, Solaris, BSD, eccetera) che mi piacerebbe avere. In questo periodo di forte attesa per Windows 7, Snow Leopard e per gli sviluppi di Gnome e KDE4 (sia chiaro, non sto confondendo Gnome e KDE4 con i Sistemi Operativi, ma credo che il loro sviluppo contribuisca in grande parte al successo delle piattaforme Linux), tanto si parla di come un Sistema Operativo possa rispondere meglio alle esigenze dei propri utenti.

Il mio giudizio personale è che in questo periodo ci sia tanto movimento, tanto parlare, ma (purtroppo) nessuna fondamentale novità interessante nello sviluppo dei sistemi operativi destinati alla grande distribuzione. Il modello essenzialmente è lo stesso da almeno una decina di anni: sistemi naturalmente basati su interfacce grafiche fondate principalmente dall’iterazione di finestre tra loro, una o più barre dei menu (solitamente posizionate nella parte alta dello schermo, o nella parte superiore delle finestre), un menu generico nel quale scorrere le Applicazioni, le Risorse e le Utility di configurazione del Sistema Operativo, o in alternativa la presenza di una Dock. Tutti i Sistemi Operativi odierni presentano un’area di notifica, che viene utilizzato per scopi più o meno utili a seconda dei casi, e che spesso diventa un “accumulo” di informazioni su diversi software in esecuzione sulla propria macchina:

Continua a leggere

Configurare il “CompanyName” in XCode

Chi utilizza spesso XCode, sia per programmare esclusivamente per Mac, sia per altri progetti, avrà notato che nel momento in cui si crea un file, vengono inseriti alcuni elementi di default, tra cui anche il Company Name, cioè il nome della vostra organizzazione.

Se non avete settato questo parametro, di default troverete il noioso valore __MyCompanyName__, che non è proprio una bellezza da vedere. Ciò che è strano è che dai settings di XCode questo valore non possa essere modificato. Per ovviare a questo problema esistono due strade differenti: la prima prevede di agire sul vostro utente nella Rubrica Indirizzi, mentre la seconda di modificare i settings di XCode dalla linea di comando attraverso l’utility defaults.

Già da adesso, faccio notare che i settings dei singoli programmi hanno la precedenza sulle preferenze globali del sistema, perciò se seguirete entrambe le strade che sto per raccontarvi, troverete che avranno effetto i settings che imposterete per XCode dalla linea di comando. Continua a leggere

Programmazione Cocoa per Mac OS X

Tanto per svelare il mistero della mia sussistente assenza dal blog, mi sto dilettando (oltre ai miei impegni soliti) nella lettura di “Cocoa Programming for Mac OS X”, di Aaron Hillegass. Questo libro ha un approccio molto didattico ed introduce appunto alla programmazione per Mac OS X, sfruttando il framework Cocoa.

È particolarmente interessante capire come “pensa” il mio Sistema Operativo, ed avere un occasione di comprendere quali sono i meccanismi che gli sviluppatori di esso hanno implementato per dargli vita. È ancora più interessante capire quanto sia semplice effettuare operazioni che talvolta pensiamo siano complesse.

Tanto per quotare ciò che dice l’autore del libro, se ci stiamo in una implementazione difficile per un’operazione semplice, allora siamo sulla cattiva strada. Le metodologie di lavoro sono semplici e lineari, e permettono quindi al programmatore di concentrarsi sull’aspetto più importante della programmazione: il proprio lavoro, il programma che sta nascendo.

Ciò che mi chiedevo è se può interessare a qualcuno un tutorial per introdurre alla programmazione Cocoa, scritto in italiano. Ce ne sono già diversi in rete, ma quello che mi piacerebbe fare è tenere una sorta di diario dei problemi che si possono incontrare per la scrittura di un’applicazione e le relative soluzioni.

Dite che potrebbe essere di vostro interesse?

Assente Giustificato

Come al solito, devo scusarmi con i miei (pochi) lettori perché è molto che non scrivo nulla di nulla sul blog.

Devo ammettere che quest’ultimo sia stato un periodo particolarmente impegnativo, ma il piacere di scrivere due righe sul blog è un piacere al quale mi dispiace davvero molto rinunciare. Il lavoro, lo studio e qualche interesse personale mi hanno un po’ assorbito e non sono riuscito a commentare i tanti avvenimenti di questi giorni.

Se tutto andrà secondo i miei piani nelle prossime due settimane dovrei riuscire a liberarmi un po’ dai tanti impegni e dedicare un po’ di tempo a questo piccolo spazio, magari iniziando a scrivere una guida che un mio progetto da ormai diverso tempo…

I nuovi Portatili Apple

Li aspettavamo per ieri, e ieri sono arrivati.

Ecco la nuova linea di portatili Apple, pronti sull’Apple Store per essere ordinati.

Non mi stupisce il momento nel quale sono usciti (metà Ottobre, all’incirca come lo scorso anno – giusto in tempo per le vacanze di Natale), ma devo ammettere che alcune precisazioni sono d’obbligo.

Continua a leggere

Cosa va e cosa non va in Mac OS X

Scrivere l’articolo di risposta a Simone Brunozzi riguardo all’eterna sfida tra sistemi operativi mi ha portato inevitabilmente a pensare a quali siano i maggiori difetti e i maggiori pregi di Mac OS X, secondo l’utilizzo che ne faccio io.

Ho pensato di fare un breve elenco, mettendo in evidenza i tre-quattro aspetti più negativi ed i tre-quattro aspetti più positivi della mia esperienza di Mac User. Spero che possa essere utile per confrontarmi con l’esperienza di chi mi legge.

Continua a leggere