Installare MySQL su Leopard

UPDATE (31 Gen 2008 09:45): Inserita la procedura per inserire la path nelle variabili di ambiente.

Leopard è distribuito con equipaggiato Apache 2, PHP e supporto a MySQL. Non è presente MySQL stesso. Attualmente non è ancora stata rilasciata un installer di MySQL specifico per Leopard.

Avere un sistema Apache+PHP+MySQL sul proprio computer può essere utile nel caso si debbano sviluppare siti web dinamici. Inoltre, le funzionalità di MySQL possono essere sfruttate anche da altri programmi e altri linguaggi di programmazione (Java, C++, eccetera…). È indiscutibile che sia utile avere MySQL installato sul proprio sistema.

Ci sono essenzialmente due modi per installare MySQL su Leopard. Il primo è quello di utilizzare i pacchetti preparati per Tiger, mentre il secondo è quello di compilare la propria versione di MySQL.

Al momento in cui scrivo la versione stabile di MySQL è la 5.0.45, scaricabile da qui. Naturalmente ognuno deve scegliere la versione corrispondente all’architettura del proprio computer (PowerPC o Intel).

Continua a leggere

Installare e condividere Canon PIXMA iP4300 su Ubuntu

Come mi ero ripromesso, ecco una guida per installare e condividere la stampante Canon PIXMA iP4300. Devo anticipare che le funzionalità delle stampante risultano ridotte in ambiente Linux, in particolar modo non sono ancora stato capace di stampare su CD/DVD dal pinguino. Per questa funzionalità è prevista un’applicazione fornita da Canon per ambienti Windows o Mac OS X, ma per Linux ancora niente, come se questi sistemi operativi non esistessero neanche.

Al di là di questo problema, potrebbe essere utile ed interessante installare la stampante in ambiente Linux e condividerla per poterla utilizzare remotamente da altri sistemi. In questo modo è possibile utilizzare nei singoli sistemi remoti i driver appropriati per quei particolari sistemi ed ottenere le funzionalità complete della stampante.

Per convenzione chiamerò “print server” durante questa guida il computer sul quale la stampante è stata installata.

Dividerò la guida in due parti. La prima parte è dedicata a coloro che sono poco pratici con la linea di comando e preferiscono effettuare le operazioni attraverso interfacce grafiche. Un consiglio per questo genere di utente: non abbiate paura di aprire il terminale e scrivere qualche comando, capirete che non è che sia poi così difficile e neanche così “brutto”. Inoltre la linea di comando fornisce tipicamente una possibilità di configurazione maggiore rispetto alle interfacce grafiche, il che è sempre un aspetto positivo. Per ultimo, spesso non è possibile disporre di un interfaccia grafica, per esempio nel caso in cui si sia connessi remotamente ad un server via SSH; in questi casi è opportuno sapere quali sono i file da toccare ed il modo in cui è necessario agire.

Continua a leggere

Stack di applicazioni nella Dock di Leopard

Ok, forse esagero un po’, ma non posso fare a meno di giocare con il MacBook. Chi ha domestichezza con OS X e con le dock in generale sa che può essere fastidioso avere un grande numero di applicazioni (che magari non sempre vengono utilizzate).

Una soluzione (banale, ma pur sempre una soluzione) è quella di creare delle directory, utilizzando magari anche degli alias ed aggiungere le directory stesse alla dock, in modo da ottenere un effetto come quello nello screenshot qui sotto.

Screenshot04
Una soluzione per non creare troppo traffico nella mia dock.

Personalmente gradisco molto la dock, credo che in Leopard Apple abbia migliorato uno strumento già all’avanguardia. Credo ci possano essere ancora miglioramenti, per esempio mi piacerebbe inserire gli stack di applicazioni nella parte sinistra della dock, non in quella destra, ma forse con il tempo qualcuno mi accontenterà. Per ora mi godo questa soluzione.