Snow Leopard

Ciò che mi sono dimenticato (grave errore!) di dire nel mio post “Keynote WWDC ‘08“, forse perché troppo preso dalla novità iPhone 3G, è che nella stessa occasione è stato annunciato per il prossimo anno il nuovo sistema operativo di Cupertino: Snow Leopard.

Per quanto riguarda i nomi, si prosegue sulla strada del mondo felino. Ciò che è interessante notare è come sia stato scelto un nome molto simile a quello attuale; sia passa da Leopard a Snow Leopard. Un caso? Conoscete già la ovvia risposta.

Snow Leopard infatti, a differenza di quanto fatto dai suoi predecessori, non introdurrà sostanziali modifiche attraverso nuove funzionalità, ma si “limiterà” all’ottimizzazione di quanto è già esistente e funzionante su Mac OS X. Permettetemi di dire (sbilanciandomi): alla faccia di Vista.

Continua a leggere

Annunci

Novità di MacWorld 2008

Dopo le prime anticipazioni e i vari rumori che abbiamo potuto leggere sui vari siti e blog che parlano della mela, eccoci arrivati al MacWorld 2008. Come sempre Apple ha fatto le cose molto in grande, ed in una sola giornata ha presentato nuovi prodotti e aggiornato i suoi vari siti, in modo da poter far gustare agli appassionati delle novità proposte.

Il prodotto sul quale la casa di Cupertino ha deciso di puntare con maggiore enfasi è sicuramente il MacBook Air, un nuovo portatile, con caratteristiche molto interessanti. In particolar modo, le dimensioni risaltano come punto di forza di questo nuovo prodotto, in quanto è un portatile ultrasottile (meno di 2 cm!). Questo ha comportato alcune scelte di implementazione per alcuni discutibili: il sistema è infatti disponibile con moduli di memoria RAM fusi nella scheda madre (e quindi non espandibili), non c’è la possibilità di sostituire la batteria, il numero di porte è assai limitato (non ci sono porte FireWire e ce n’è soltanto una USB, non c’è la presa Ethernet, tanto meno un modem, già eliminato nei MacBook da tempo), disco rigido da 80 GB da 1,4 pollici o opzionalmente Disco Solid State da 64 GB, non esiste alcun lettore/masterizzatore DVD/CD (è acquistabile un modulo separato a 99€). Altra nota di rilievo, il prezzo: si parte da 1699€ per la soluzione base, ben 650€ in più di un MacBook “tradizionale”.

Continua a leggere