Compilatore Fortran per Leopard

Ora, non questioniamo sull’utilità e la bellezza del Fortran, non è questo lo scopo. Chi per piacere o per dovere si dovesse trovare a che fare con la necessità di utilizzare un compilatore Fortran su Leopard, non troverebbe soddisfazione nella utility XCode, in quanto questo compilatore non è fornito nel pacchetto.

Il rimedio è moto semplice: visitate http://hpc.sourceforge.net/ dove potete trovare una lista dettagliata di compilatori (liberi e a pagamento). Se siete per la soluzione free potete scegliere tra un compilatore per Fortran95, ed uno per Fortran77 (questo il mio caso). La procedura per l’installazione è piuttosto semplice. Qui il teso dell’autore:

Continua a leggere

Annunci

Fare amicizia con il Finder

È bello scoprire ogni giorno cose nuove, utilizzando il mio computer. Quando ho iniziato ad usare Mac OS X, ormai 6 mesi fa, sono stato un po’ disorientato dal modo in cui dovevo utilizzare il Finder, il gestore delle finestre e del Desktop. Soprattutto (da vecchio utente Windows e Gnome) ho trovato difficoltà a capire la giusta logica attraverso la quale muovermi ne file system.

In particolar modo ho trovato “scomoda” (vi prego non accanitevi contro di me, è un’opinione personale), la mancanza di un tasto per accedere direttamente al livello superiore di directory: c’è il tasto avanti, c’è il tasto indietro, ma non c’è un tasto “su”. Questo mi ha disorientato inizialmente.

Sinceramente non ho neanche ricercato più di tanto altre soluzioni.

Salire le directory con il Finder
Ecco lo splendido risultato

Oggi però, ho trovato la soluzione a questo rimedio, che come spesso accade era molto più semplice di quello che mi aspettavo. È sufficiente cliccare con il tasto destro del mouse (o l’equivalente sul tarckpad) nella parte alta della finestra, sul titolo, per ottenere la lista delle directory parenti.

Continua a leggere

Cambiare icone in Leopard – video e altri commenti

Riprendo in questo post un argomento già trattato in precedenza nel post Cambiare icone in Leopard. Ho deciso di riprendere questo argomento considerato l’interesse a esso suscitato e considerato anche il fatto che ho fatto un piccolo screen-take nel quale mostro come fare.


Sto ancora lavorando sulla qualità del video, spero di poterla migliorare.

Non sto qui a spiegare a parole la procedura con la quale effettivamente si deve agire per cambiare un icona in Mac OS X. Per questo c’è il video ed il post precedente.

Continua a leggere

VNC client per Leopard… integrato?

Dopo avere installato il server VNC sul mio server Xubuntu (Server VNC per Xubuntu? Molto, molto semplice) mi sono messo alla ricerca di un buon client VNC da poter utilizzare per potermi connettere dal mio MacBook al server. Dopo essermi imbattuto in alcune soluzioni (commerciali e non) ho notato che nel mio Finder era comparsa una nuova icona all’interno della sidebar di sinistra:

VNCclient-finder
Un client VNC nascosto nel Finder?

Cliccando semplicemente su “Condividi schermo..” è possibile connettersi al server VNC in questione. Semplicemente fantastico!

Il programma richiederà la password (se non abbiamo impostato nessuna password sul server VNC allora dovremo lasciare questo campo vuoto):

vnc-password
Continua a leggere

Tutti i segreti di Leopard a portata di click

In questi miei primi mesi con un Mac ho scoperto, navigando qua e là per i diversi blog e siti relativi diversi trucchetti per incrementare le possibilità del mio Mac. La cosa particolare che ho notato è che la maggior parte di questi trucchetti si possono mettere in pratica inserendo un comando da terminale del tipo:

$: defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles TRUE

Il che mi ha lasciato intendere che chi ha realizzato questo sistema operativo ha previsto una possibilità di personalizzazione largamente superiore a quella che è disponibile attraverso i diversi pannelli di OS X. Da qui è nata la voglia di ottenere una raccolta di tutti i vari trucchetti, i segreti, le particolarità di questo sistema. Ancora meglio se questa interfaccia grafica fosse fatta a mo’ di menu, e magari integrata tra le preferenze di OS X.

Detto fatto.

Continua a leggere

Aggiungere una directory alla path di sistema di Leopard

Questo è davvero un piccolo aspetto, che a volte può risultare davvero utile.

I normali sistemi UNIX presentano la possibilità, per l’utente, di utilizzare diversi tipi di shell per interagire con il sistema stesso. Ogni shell definisce una certa path di sistema, che rappresenta le diverse directory nelle quali il sistema andrà a ricercare i comandi che vengono passati. Normalmente la path di sistema include directory come /bin/ e /usr/bin/.

Solitamente le diverse shell vengono inizializzate attraverso file di configurazione diversi, e solitamente ogni utente all’interno dello stesso sistema ha la possibilità di personalizzare la propria shell. Un classico esempio di questo tipo di utilizzo si ha nel momento in cui si desidera impostare i colori all’interno della visualizzazione della shell, in modo da ricevere un effetto più gradevole e più efficace per la distinzione dei diversi tipi di file.

Continua a leggere

VirtualBox finalmente su Leopard

In questa grande giornata di eccitazione per l’uscita di Leopard quasi dimenticavo di annunciare che mi sono accorto che è stata rilasciata la Beta 3 di VirtualBox, che finalmente funziona anche su Leopard (ricordate che così non era per la Beta 2? VirtualBox su Leopard). Nonostante alcune limitazioni dovute allo stato di Beta, da una prima visione mi sembra che questo sia un software che promette bene. Certo i suoi cugini a pagamento (vedi VMWare Fusion su Leopard e Parallels Desktop su Leopard) sono parecchio avanti e parlano già di accelerazione 3D. Ma mai (e dico mai) sottovalutare la potenza della comunità!

Virtual Box

Correte subito a scaricarlo (qui)!