Problemi con Safari

Dunque, chi legge questo blog da un po’ di tempo ben saprà quanto io ami utilizzare gli strumenti che vengono forniti dal sistema operativo, piuttosto che cercane di sostitutivi. Questa mia scelta deriva da diverse considerazioni: in primo luogo pongo sempre il gusto nell’utilizzo del computer. Un software sviluppato insieme al sistema operativo si integra in una maniera lineare e stupenda, e ciò spesso non avviene per software sviluppati esternamente. In secondo luogo trovo stupido, nel caso in cui il software in questione funzioni adeguatamente, cercare di ricorrere a soluzioni esterne.

Tutto questo richiede che il pacchetto di software fornito insieme al sistema operativo funzioni adeguatamente. Fino ad oggi tutto è filato liscio nel mio MacBook.

Mi sono visto costretto ad aprire una asta su eBay per vendere il mio vecchio portatile non funzionante, sul quale ho fatto anche diversi tentativi di recupero (che non sono andati a buon fine).

Continua a leggere

Annunci

Cosa c’è che non va con il mio Leopard?

UPDATE (20 mag 2008 @ 14:50): Aggiunta la foto riguardo agli errori di grafica in World of Warcraft.

Siamo (o quanto meno sono) già in attesa del “service pack” (vedi Leopard 10.5.2 – Leopard SP1 (?), Dopo due mesi di serio utilizzo di Leopard, alcune considerazioni) numero 2 (o 3), o se preferite dell’aggiornamento alla versione 10.5.3. Attendo con ansia questo aggiornamento per una serie di motivi.

In primo luogo ho dei seri problemi con Mail, il programma client di posta elettronica (che peraltro tanto mi piace). Utilizzo Mail per 3 caselle di posta elettronica (Tele2, Gmail, casella universitaria), e ho l’abitudine di non cancellare i messaggi che scarico, in modo da non rischiare di perdere delle informazioni utili. Inoltre utilizzo Mail anche come aggregatore RSS, per un totale di una quarantina di feed. In definitiva attualmente Mail tratta circa 2000 tra messaggi di posta e feed RSS.

Continua a leggere

MacBook AirPort Extreme: ancora problemi

Ancora problemi per il funzionamento dell’AirPort Extreme sul MacBook, nonostante l’aggiornamento ormai effettuato a Leopard 10.5.2. I problemi di instabilità sono rimasti, sia a me, sia a parecchi altri utenti (vedi per esempio qui). La scheda funziona, ma ogni tanto perde il segnale (soprattutto all’accensione del computer ed al risveglio da uno stato di sleep). Ogni tanto mi dà l’idea di essere come un’auto che fatica nell’accessione: se tutto va bene per i primi 5 minuti, allora non ci saranno particolari problemi per la sessione di lavoro, ma è davvero fatica ottenere quei primi 5 minuti di buon lavoro.

In modo particolare si verificano diversi problemi quando utilizzo il MacBook a scuola, in cui la rete wireless prevede un meccanismo di autenticazione che è gestito tramite interfaccia web. Spesso in questo caso la connessione fatica a rimanere attiva fino al caricamento della pagina relativa all’autenticazione nel browser. Una volta autenticato non si presentano particolari problemi, a meno che il computer non entri in sleep o che non faccia troppe richieste alla rete.

Questa particolarità è quanto meno bizzarra. Come ho già avuto occasione di dire (Leopard 10.5.2 – Leopard SP1 (?), Dopo due mesi di serio utilizzo di Leopard, alcune considerazioni) trovo quantomeno irritante (sì, è un eufemismo) che le AirPort dei MacBook (soprattutto quelli di ultima generazione, aggiornati a Novembre 2007, dopo l’uscita di Leopard) funzionino male con Leopard. Per che cosa dovrebbero essere pensate, se non per lavorare con l’ultimo sistema operativo rilasciato dalla stessa Apple? E ancora, come si giustifica la casa di fronte a problemi di questo tipo?

Continua a leggere

Dopo due mesi di serio utilizzo di Leopard, alcune considerazioni

UPDATE (31 Gen 2008 @ 17:29): Aggiunti alcuni mal funzionamenti da me dimenticati in precedenza.

Sarei curioso di avere una versione di Tiger ed il tempo di installarla e testarla pesantemente. Non per scetticismo o quant’altro. Semplicemente per curiosità, per capire che cosa mancasse veramente tra Tiger e Leopard.

Io non sono, non sono mai stato e mai sarò un disfattista, ma amo guardare le cose sotto ogni punto di vista. Il mio punto di vista riguardo a Leopard è: hanno fatto uscire un sistema operativo prima che questo fosse completamente pronto. Ci sono ancora molte cose da migliorare, e credo che siano tutte piccole rifiniture, ma che rendono il sistema alquanto “irritante” nell’uso pratico di tutti i giorni. Sono piccolezze, piccoli difetti, ma sono quei piccoli difetti che infastidiscono, che fanno sbuffare e che ti fanno un po’ ricredere sull’equazione “Mac=Perfetta usabilità”.

Continua a leggere